Beer Attraction chiama l’intera filiera della birra

Riassunto

L’evento internazionale dedicato a specialità birrarie, birre artigianali, tecnologie e materie prime si è confermato un successo all'edizione 2017. Insieme alla sezione BBTech Expo, che mette in mostra le tecnologie per la produzione e il confezionamento di birre e bevande, Beer Attraction è diventato in un appuntamento di riferimento per l’intera filiera: dalle materie prime e le tecnologie processing e packaging, fino alla logistica e al prodotto finito.
Beer Attraction 2017 brinda al successo della terza edizione che, con la sua formula vincente, l’ha portata a farsi in tre. Al core business della manifestazione, quello delle specialità birrarie e delle birre artigianali, si sono infatti aggiunte due nuove sezioni – Food Attraction, dedicata alle nuove proposte metropolitane della ristorazione e BBTech Expo-Beer&Beverage Technologies, sezione dedicata alle tecnologie per birre e bevande – che ne hanno completato il format, consentendo di integrare le tre filiere in un’ottica sempre più internazionale.
Organizzata da Italian Exhibition Group col patrocinio di Italgrob e in collaborazione con Unionbirrai e FIC - Federazione Italiana Cuochi, Beer Attraction ha coinvolto autorevoli partner dei tre diversi comparti: Cast Alimenti - la scuola dei mestieri del gusto, Cerb - Centro di Eccellenza per la Ricerca sulla Birra dell’Università di Perugia, il Dipartimento di Scienze AgroAlimentari dell’Università di Udine, Nip - Nazionale Italiana Pizzaioli, Pizza & Pasta e tanti altri.
L’edizione 2017 ha registrato numeri assolutamente di successo: le visite sono state 20.685 (+42% sul 2016), 430 gli espositori (+23%), 600 i business meeting (rispetto ai 300 dello scorso anno) con buyer di alto profilo provenienti da 15 diversi Paesi, 90 eventi (tra concorsi, seminari, competizioni come Birra dell’Anno di Unionbirrai e i Campionati di Cucina italiana della FIC, show coking e workshop tecnici), 184 giornalisti e blogger italiani ed esteri con una straordinaria visibilità su grandi media e social.
Beer Attraction si è mostrato nelle sue valenze di appuntamento del tutto nuovo per il mercato, grazie ad un format originale e dinamico di filiere e merceologie al servizio dell’horeca e delle tecnologie beverage. Le aziende hanno partecipato in maniera interattiva, contestualizzando i loro prodotti in proposte innovative di ristorazione. I contenuti degli eventi hanno puntato soprattutto alla professionalizzazione degli operatori dei tre diversi settori, contribuendo allo sviluppo complessivo dei rispettivi mercati.
“Beer Attraction – ha commentato il presidente di Italian Exhibition Group, Lorenzo Cagnoni – già business hub strategico della filiera food&beverage, si è accreditato definitivamente quale appuntamento imprescindibile per gli operatori del comparto horeca e nel periodo dell’anno a loro più idoneo. L’aver unito le capacità professionali dei migliori mastri birrai e dei grandi chef in un territorio unico per concentrazione di locali e format innovativi come quello riminese, ha fornito quel plus di know-how indispensabile a moltiplicare il business e a lanciare tendenze sulla scena mondiale”.
“La filiera italiana della birra – ha aggiunto Corrado Facco, managing director di IEG – è stata protagonista di questa edizione. Gli esperti del settore hanno potuto apprezzare la notevole crescita qualitativa, così come l’innovazione delle tecnologie di produzione. Possiamo dunque affermare che l’Italian style si conferma foriero di interessanti sviluppi anche a livello internazionale”.
Appuntamento con la prossima edizione di Beer Attaction dal 17 al 20 febbraio 2018 a Rimini!

2966 posts in News