La stampa digitale punta verso l’automazione

Riassunto

Volge al termine l’edizione 2017 di FESPA, occasione in cui Elitron ha presentato la propria tecnologia di smart automation come soluzione per una stampa digitale sempre più alla ricerca di flessibilità e automazione.
L’evento che tutti gli operatori della stampa digitale stavano attendendo con trepidazione non ha tradito le aspettative. Ben 1000 sono stati infatti gli espositori che, suddivisi nei 10 padiglioni dell’Hamburg Messe und Congress Center, hanno contribuito con la presentazione di nuove tecnologie alla concretizzazione dei concetti introdotti lo scorso anno a Drupa e risposto alla chiamata ad un differente approccio alla stampa digitale generalmente intesa.
Ciò che con maggior soddisfazione si può riportare è l’interesse sempre più forte e trasversale tra gli stampatori digitali per uno dei pilastri della vision di Elitron: l’automazione. Un interesse che non si limita a determinate aree geografiche ma che, invece, abbraccia il settore nella sua interezza e ha raggiunto ormai la piena maturazione.
Consapevoli del fatto che la maggioranza dei visitatori sarebbe stata curiosa di capire come l’automazione dei processi potesse fungere da driver per una stampa differente, Elitron ha mostrato l’integrazione tra lo smart feeder Heleva e il nuovissimo sistema di taglio KOMBO SDC+ 3.2 dedicato al finishing di materiali in rotolo e largo formato, oltre all’upgrade del sistema a doppia testa indipendente Kombo TH.
Heleva, caricatore intelligente di materiali per stampanti digitali di largo formato e interfacciabile con qualsiasi altra stampante presente sul mercato, permette di automatizzare il processo di alimentazione precedente alla stampa aumentandone produttività e migliorando lo standard qualitativo.
Il carico automatico tramite ventose permette il prelievo del materiale direttamente dal bancale, da 15 cm fino a 1,80 m di altezza, seguito dall’allineamento con registro di centraggio di 1, 2, 3 fino a 4 fogli contemporaneamente.
Per incrementare l’automazione del ciclo produttivo, Heleva può essere interfacciata con un sistema di rulliere motorizzate per il trasporto e posizionamento dei materiali richiesti dalla stampante.
Il sistema di taglio digitale Kombo SDC+ 3.2, presentato lo scorso anno a Drupa e appena lanciato sul mercato, è caratterizzato da un piano di lavoro a tappeto conveyor di 2100 x 3200 mm pensato per lavorazioni sia su media in grande formato per la realizzazione sia di POP o oggettistica che tessuti per arredi.
La flessibilità della serie Kombo SD è garantita dal super accessoriato carrello multi-utensile equipaggiabile con fino a 5 utensili: lama vibrante (elettrica o pneumatica), fresa da 1 e 3kw, cordonatori, lama mezzo taglio per vinili e materiali adesivi, lama V-Cut per lavorazioni a 45° o lama circolare per materiali fibrosi.
A FESPA Elitron ha anche presentato il restyle del super performante Kombo TH.
Caratterizzato dalla consolidata tecnologia Elitron per il taglio con doppia testa e doppia trave indipendente, il cui carico di lavoro viene automaticamente bilanciato dal software Twin Cut, Kombo TH è stato ridisegnato con una più ampia area di parcheggio delle due travi per facilitare le attività di carico e scarico del piano da parte dell’operatore.
I sistemi di taglio Elitron vengono dotati dell’innovativa tecnologia brevettata Seeker System per il riconoscimento automatico tramite videocamera delle immagini stampante sul pannello da sagomare, senza l’intervento dell’operatore. Una tecnologia unica che consente risparmi di tempo, minor commitment dell’operatore e, ancora, incrementi degli standard qualitativi del prodotto finito.
Il sistema di videoproiezione, disponibile come ulteriore valore aggiunto, consente di proiettare le fustelle virtuali sul supporto da sagomare e, permettendo di posizionare il pezzo da tagliare dove vuole l’operatore, velocizza la prototipazione e fa sì che possano essere eventualmente recuperati i materiali di sfrido.
Le soluzioni di automazione che sono state presentate non erano però finalizzate alla semplice velocizzazione della produzione, ma a rendere il flusso di lavoro più flessibile e adatto a far fronte alle necessità di customizzazione e differenziazione sempre più marcate e ricercate dai brand owner.
Questa automazione flessibile non può prescindere dall’adozione di tecnologie capaci di dialogare tra loro e, lavorando in sinergia, di liberare il vero potenziale della nuova stampa digitale: la personalizzazione di massa.
Prodotti e tecnologie: 
3037 posts in News