Cibus Tec 2019, più padiglioni, più buyer, più settori

Continua il successo della formula Italia-Germania: in agenda 25 tappe internazionali per promuo-vere il food processing & packaging “Made in Italy”.
Non più dieci, ma undici filiere rappresentate: fa il suo ingresso il dolciario. Non più quattro, ma cinque padiglioni espositivi per rispondere alle richieste di partecipazione dei fornitori di tecnologie per il packaging, le carni, le bevande e i prodotti da forno. Non più 3.000, ma un programma di incoming che punta a ben 3.500 buyer provenienti da oltre 70 nazioni.

Nasce nel segno dell’espansione la 52esima edizione di Cibus Tec, l’appuntamento verticale ad alta specializzazione di KPE (Koeln Parma Exhibitions) braccio operativo di Fiere di Parma e Koelnmesse de-dicato al food processing & packaging, in programma a Parma dal 22 al 25 ottobre 2019.

Un’offerta espositiva unica che da 80 anni raccoglie il meglio della filiera meccano-alimentare – dalla selezione alla trasformazione, dal confezionamento alla logistica – in un mix virtuoso tra tradizione e innovazione che trova, proprio a Parma, le applicazioni più avanzate e raffinate.

Grazie al supporto di Prosweets Cologne e ISM (manifestazioni leader a livello internazionale organizzate da Koelnmesse GmbH) Cibus Tec apre le porte al settore delle tecnologie per i prodotti dolciari e snack, divenendo di fatto l’unica piattaforma italiana dedicata ad un altro comparto strategico del meccano-alimentare Made in Italy.

Nel raggio di 200 km da Parma si concentrano il 70% delle aziende del meccano-alimentare italiano e il 60% delle industrie alimentari. Anche per questa condizione, unica al mondo, Koelnmesse ha voluto appunto la città emiliana come sede della conferenza stampa europea di Anuga Food Tec (20-23 marzo 2018) che si è svolta il 16 novembre presso la Biblioteca Palatina.

“Nel food processing & packaging, siamo un modello di artigianalità per tutto il mondo, un esempio di innovazione, qualità e design. A Parma lo rappresentiamo dal 1939 – puntualizza Fabio Bettio, Brand Manager di Cibus Tec – condizione che, abbinata alla partnership con Koelnmesse, sta generando stra-ordinarie sinergie a beneficio degli espositori di Cibus Tec, Anuga FoodTec e delle altre manifestazioni internazionali del nostro portfolio congiunto”.

L’eccellenza italiana del food rispecchia infatti quella di un settore, il meccano-alimentare, che continua ad incrementare le sue quote di mercato. Nel 2016 il settore delle tecnologie alimentari italiane ha registrato un valore di produzione pari a 4,9 miliardi di Euro. Di questi, il 66%, che equivale a 3,2 miliardi di euro è richiesto dall’estero. Rosee le previsioni 2017, con un incremento stimato sia a livello produttivo (+ 0,7%) che nell’export (+0,8%) [Fonte: Assofoodtec].

E se il mondo reclama il “Made in Italy”, Cibus Tec risponde.

Entro il 2019, grazie a Koelnmesse, ICE-Agenzia e Regione Emilia Romagna sarà infatti attivata una straordinaria operazione di promozione che toccherà ben 25 tappe internazionali tra manifestazioni come Andina Pack, Anutec India, Profood Tech e progetti speciali in Iran, EAU e Africa.

La precedente edizione di Cibus Tec aveva chiuso con numeri record in termini di espositori (1.000 +20%), di operatori (35.000 +15%) ma soprattutto con un grado di soddisfazione straordinario (92% espositori soddisfatti, 95% operatori soddisfatti). Per il 2019 la sfida è superare se stessi.

Enti e associazioni: FIERE DI PARMA | KOELNMESSE
Evento: Cibus Tec | CIBUS TEC
Gallery